Decreto legge “Cura Italia”. Proroghe e scadenze fiscali e amministrative (IMU – TARI – Rc Auto…)

CONDIVIDI ARTICOLO SU:

L’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Corona Virus (c.d. COVID-19) che sta interessando il nostro Paese e più in generale il mondo intero, ha indotto il Governo italiano a pubblicare in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 18 del 17 Marzo 2020 (c.d. CURA ITALIA).

In questo articolo proveremo ad illustrare in linea generale, quelle che sono le principali novità introdotte dal Decreto Cura Italia, con particolare attenzione alle misure che prevedono numerose proroghe per determinati ambiti.

Il D.l. 18/2020, si compone di 5 Titoli (ossia “capitoli“), ciascuno dei quali disciplina una specifica materia. Più precisamente troviamo:

Titolo I. Misure di potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale;

Titolo II. Misure a sostegno del lavoro;

Titolo III. Misure a sostegno della liquidità attraverso il sistema bancario;

Titolo IV. Misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e delle imprese;

Titolo V. Ulteriori disposizioni.

L’articolo odierno, come accennato si limiterà ad analizzare alcune delle misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e delle imprese” e “ulteriori disposizionipresenti del Decreto denominato Cura Italia.

In particolare faremo riferimento all’art. 68 del Titolo IV e all’art. 104 Titolo V.

– Cartelle di pagamento, Rottamazione ter e rateizzazioni, quali scadenze?

L’art. 68, disciplina la sospensione dei termini di versamento dei carichi affidati all’agente della riscossione. Nella regione Sicilia, ricordiamo che l’agente preposto alla riscossione prende il nome di Riscossione Sicilia S.p.a. .

Il comma 1, stabilisce che in riferimento alle entrate tributarie e non tributarie, sono sospesi i termini dei versamenti, scadenti nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione.

I versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in unica soluzione entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione, ossia entro il 30 giugno 2020.

E’ bene precisare che per entrate tributarie si intendono i pagamenti inerenti il bollo dell’automobile, la TARI, l’IMU, etc.. Inoltre, il Decreto Cura Italia, non prevede nessun rimborso di quanto già versato.

Dunque, secondo il testo normativo sono sospesi i termini dei pagamenti che scadono nel periodo compreso dal 08/03/2020 fino al 31/05/2020. Ciò significa che i suddetti pagamenti devono avvenire entro il 30 giugno 2020.

  • Esempi pratici.

1) Ho ricevuto una cartella di pagamento (TARI, IMU o contributi INPS) con scadenza di pagamento il 21/03/2020.

  • In questo caso potrò beneficiare della sospensione ed effettuare il pagamento entro il 30 giugno.

2) Ho ricevuto una cartella di pagamento con scadenza il 25/02/2020.

  • In questo caso, considerata l’anteriorità della data, NON potrò beneficiare della sospensione e dunque dovrò pagare.

Il pagamento di tali somme, così come confermato anche dal sito istituzionale dell’agente di riscossione, può essere rateizzato. L’istanza di rateizzazione, tuttavia, onde evitare l’attivazione delle procedure di recupero previste dalla legge, deve essere presentata all’Agente (nel caso siciliano Riscossione Sicilia) entro e non oltre il 30 giugno 2020.

Nel caso in cui sia già presente una rateizzazione, questa si considererà sospesa nel periodo compreso tra il 08/03/2020 e il 31/05/2020.

Anche in caso di scadenza di rata della c.d Rottamazione – ter, questa viene considerata sospesa fino al 31 maggio 2020. Tuttavia, nessuna proroga attualmente è prevista per il 31/05/2020.

  • Esempi pratici.

1) La scadenza della rata prevista per il 28 Febbraio della Rottamazione- ter prevista per il 28 Febbraio, è stata differita?

  • SI, il Decreto ha posticipato tale scadenza al 31 Maggio 2020.

2) La scadenza della rata prevista per il 31 maggio della Rottamazione- ter è posticipata?

  • NO, alla data di pubblicazione del presente articolo, il Decreto non prevede nessuna proroga per la scadenza da pagare entro il 31 maggio 2020.

Si sottolinea, inoltre, che durante il periodo di sospensione, l’Agente di riscossione non procederà né a notificare nuove cartelle di pagamento, né all’attivazione delle procedure cautelari (es. fermi amministrativi, ipoteche, ecc.) o procedure esecutive (pignoramenti).

Per maggiori informazioni pratiche, vi suggeriamo il sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate sotto riportato.

https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Per-saperne-di-piu/covid-19/faq/?fbclid=IwAR3r66aVTwbLUXVIdZvbY5OOL5e87606zI-szrK56j7b5MOO9MGsVeGobLM

– Revisione auto, carta d’identità, patente di guida, quali proroghe?

Il Decreto Cura Italia ha inciso, inoltre, sulle scadenze degli atti amministrativi e sulle autorizzazioni.

L’art. 104, ad esempio, disciplina la “proroga della validità dei documenti di riconoscimento“. Al comma 1 recita: “La validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1,lettere c), d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto è prorogata al 31 agosto 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.”

Più precisamente, di seguito indichiamo il calendario delle proroghe delle validità dei documenti:

  • CARTA D’ITENTITA’ e PATENTI DI GUIDA scaduti dal 17 Marzo 2020 sono validi fino al 31 Agosto 2020.

n.b. = la carta di identità valida per l’espatrio, segue la validità ordinaria del documento;

  • PERMESSO PROVVISORIO DI GUIDA, in caso di obbligo di visita medica, il permesso sarà valido fino al 15 giugno 2020;
  • FOGLIO ROSA, i documenti con scadenza nel periodo di sospensione sono prorogati al 30 giugno 2020;
  • PERMESSO DI SOGGIORNO con scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile saranno validi fino al 15 giugno 2020.

Proroghe previste anche per la revisione del veicolo. Infatti, le revisioni scadute nel periodo di sospensione, o che scadono entro il 31 luglio 2020, sono prorogate fino al 31 ottobre 2020.

 

 – DOMANDE FREQUENTI:

 1. Ho la carta di identità scaduta, posso rinnovarla?

  • NO. Tutti i documenti di identità scaduti dal 17 marzo 2020 in poi sono validi fino al 31 agosto 2020.

2. Posso guidare con la patente scaduta?

  • La validità delle patenti di guida italiane scadute al 17 marzo 2020 o in scadenza fino al 31 agosto 2020, sono state prorogate fino al 31 agosto 2020.

3. E’ stata prorogata la scadenza dell’assicurazione RC auto?

  • Per le polizze in scadenza fino al 31 luglio 2020, è portato a 30 giorni il periodo entro cui l’assicurazione è comunque operante.

 ES: la polizza Rc ha scadenza il 02 aprile, posso rinnovarla, e quindi circolare, entro i 30 giorni successivi.

 

 

Studio Legale Guido Romano

CONDIVIDI ARTICOLO SU:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *